risincronizzazione

La nostra storia: Editoria

I libri del professor Walter Pierpaoli

Il professor Pierpaoli è autore di molti testi divulgativi. Il primo “The Melatonin Miracle”è un testo che racconta l’affascinante vicenda della scoperta dell’orologio biologico nella ghiandola pineale. Pubblicato nel 1995 è divenuto ben presto un bestseller mondiale, tradotto in quindici Paesi.
I libri che Walter Pierpaoli ha continuato a scrivere, da solo o con la collaborazione di altri studiosi, sono tuttora veicolo di informazione trasparente e veritiera nell’ambito degli studi che il professore ha esplorato per oltre cinquant’anni. Divulgare i risultati della ricerca che possano apportare miglioramento alla vita dell’uomo è, ancora oggi, uno dei capisaldi che ispirano la nostra filosofia.

W. Pierpaoli, W. Regelson, C. Colman.
New York, Simon & Shuster, 1995

The Melatonin Miracle

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«Una svolta medica rivoluzionaria suggerisce che l’invecchiamento è in realtà una malattia prevenibile e i risultati di due scienziati chiave al centro di questa ricerca pionieristica sono ora pubblicati per la prima volta.
Per secoli gli scienziati hanno lavorato nel tentativo di identificare e invertire la causa dell’invecchiamento, e ora quello sforzo ha trovato un punto di svolta nell’identificazione di un “orologio dell’invecchiamento” nella ghiandola pineale. Gli autori, i dottori Pierpaoli e Regelson – spiegano come usare la melatonina, il messaggero della pineale, per “ripristinare” i nostri orologi biologici al fine di vivere vite più lunghe e più sane.
Più che una promessa di sembrare più giovane, The Melatonin Miracle ci dice in realtà come diventare più giovani. Tutto ciò che dobbiamo fare per “tornare indietro nel tempo” è semplicemente ripristinare i livelli di melatonina della nostra giovinezza. Regolando nuovamente i nostri “orologi”, possiamo effettivamente rallentare il processo di invecchiamento, oltre a rafforzare il nostro sistema immunitario, aumentando così la nostra resistenza alle malattie e persino prolungando la nostra vitalità sessuale.
Pratico, informativo e intrigante, The Melatonin Miracle affronta anche altre ricerche che suggeriscono che la melatonina è un agente del sonno sicuro, che non crea dipendenza, abbassa il colesterolo e aiuta ad alleviare lo stress.»

W. Pierpaoli.
Perugia, Morlacchi, 2007 Traduzione italiana del bestseller mondiale The Melatonin Miracle, New York, 1995, Simon & Schuster

La chiave della vita

Con la Melatonina, l’inversione dell’invecchiamento nella ghiandola pineale

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«È veramente possibile ringiovanire? La risposta è nello stato di salute di migliaia di pazienti che, arrestando il processo di invecchiamento grazie alla melatonina, rinascono a nuova vita, dimenticando il tempo che scorre. La melatonina è una molecola dal potenziale energetico immenso che viene prodotta dalla ghiandola pineale situata nel nostro cervello. Con l’avanzare dell’età la produzione di questa sostanza diminuisce e il nostro organismo interpreta questo calo come un ordine a invecchiare. Ristabilire i valori giovanili di melatonina ci aiuterà a spianare la strada verso una libertà finora impensabile, per avvicinarci a quel Dio che non sapevamo di avere in noi. Questo libro, tradotto ormai in 15 lingue nella sua versione originale del 1995, porta il lettore a una visione totalmente nuova e inattesa della vita e della morte. Lo fa descrivendo il percorso scientifico dell’Autore, che ha potuto dimostrare l’esistenza di una «rete di programmazione biologica» del nostro cervello, facente capo alla ghiandola pineale. Quest’ultima, conosciuta anche con il nome di epifisi, mediante i suoi messaggi ciclici ormonali, i ritmi circadiani giorno-notte, sostiene la difesa contro virus, batteri e l’insorgenza di tumori. In particolare, mantiene l’efficacia del sistema immunitario e quindi la difesa contro ogni tipo di malattia, dovuta a quello squilibrio che porta, poi, alla manifestazione del «programma di invecchiamento». L’uomo può e deve liberarsi da tanti vecchi schemi e preconcetti, prendendo nelle su emani la propria struttura biologica per mantenerla sana e giovanile, in sintonia con i ritmi planetari, attraverso l’interpretazione dei meccanismi che regolano il nostro «orologio biologico», sito nella ghiandola pineale. L’Autore di questo libro, medico e ricercatore, sta applicando ora ai suoi pazienti i risultati delle sue scoperte scientifiche.»

W. Pierpaoli, P. Zappulla.
Perugia, Morlacchi, 2008

L’orologio della vita

La storia del miracolo della Melatonina

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«Esiste un programma del nostro cervello che scandisce come un orologio le fasi della vita – crescita, fertilità, invecchiamento e morte. Di notte la ghiandola pineale secerne la melatonina e con l’avanzare dell’età la produzione di questa sostanza diminuisce e l’organismo interpreta questo calo come un «ordine di invecchiare».Ristabilire i valori giovanili di melatonina rallenta questo processo, da sempre ritenuto ineluttabile, e apporta altri vantaggi derivanti dalla risincronizzazione quotidiana e stagionale di tutto il sistema neuroendocrino-ormonale.
È il «miracolo della melatonina», in realtà un programma di ricerca scientifica che dura da quarant’anni, i cui risultati vengono illustrati in questo libro-intervista da Walter Pierpaoli, il protagonista di questa straordinaria avventura.»

W. Pierpaoli.
Perugia, Morlacchi, 2010

L’uomo senza età

Dimenticare il tempo

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«Esiste una verità a tutti visibile: come la nostra rotazionalità abbia perfidamente nascosto il senso della nostra vita. Tutto ruota e noi ruotiamo fino a che la nostra sincronizzazione si altera per un «programma» che, similmente al ciclo fertile della donna, si è tradotto nel nostro genoma. Ma senza ridicole, inutili e inattuabili manipolazioni genetiche, noi siamo benissimo in grado di modificare in tempo l’espressione del programma, operando astutamente una «riprogrammazione». In altre parole, possiamo ristrutturare il sistema neuroendocrino che scandisce i tempi della crescita, della fertilità e della morte. Lo vedo ogni giorno nei miei pazienti. Non mi illudo con questo di diventare immortale! Sarebbe una noia insopportabile. Ma certo spero di poter indicare come si possa mantenere il «programma vita» senza subire l’usura del tempo, accelerata da ogni sorta di malanni, che nascondono e anticipano l’espressione del «programma morte». Esiste una libertà che nessuno è in grado di soffocare. Darsi a Mefistofele in cambio della giovinezza era un metodo, ora ne abbiamo uno infinitamente più convincente.»

W. Pierpaoli.
Perugia, Morlacchi, 2014

I pazienti felici

Lettere a Walter Pierpaoli

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«Caro professore, mi permetto di mandarLe un ringraziamento. Lei segue tanto amorevolmente i Suoi pazienti, curandone il corpo e anche l’anima […]. La giovinezza non è un periodo della vita, è uno stato d’animo che consiste in una certa forma di volontà, in una disposizione dell’immaginazione, in una forza emotiva; nel prevalere dell’audacia sulla timidezza e della sete d’avventura sulle comodità. Non si invecchia per il semplice fatto di aver vissuto un certo numero di anni, ma soltanto quando si abbandona il proprio ideale. Essere giovane significa conservare […] l’amore per il meraviglioso, lo stupore per le cose sfavillanti e per i pensieri luminosi, l’attenzione intrepida […], il desiderio insaziabile del fanciullo per tutto ciò che è nuovo, il senso del lato piacevole dell’esistenza. Resteremo giovani finché il nostro cuore saprà ricevere i messaggi di bellezza, di audacia, di coraggio, di grandezza e di forza che ci giungono dalla terra, da un uomo o dall’infinito. Quando tutte le fibre del nostro cuore saranno spezzate e su di esse si saranno accumulate le nevi del pessimismo e il ghiaccio del cinismo, è solo allora che diventeremo vecchi: possa Dio aver pietà della nostra anima.»

W. Pierpaoli.
Perugia, Morlacchi, 2015

La medicina del Dottor Pierpaoli

La scoperta della salute e il Borgo della salute: vademecum

Dalla quarta di copertina della prima edizione:

«Paradossalmente, il fatto che la mia medicina è così estremamente semplice mi incoraggia a descriverla. Se non fosse così, se fossi dovuto penetrare nella immensa complessità della chimica e della biochimica, per non parlare della biologia molecolare e della genetica, la mia innata indolenza mi avrebbe forzato a rinunciare. Sono riuscito in qualche modo, negli ultimi 50 anni, a sfuggire ad ogni genere di trappole e inghippi scientifici e a sfuggire ai dettagli. Miracolosamente, sono stato capace di mantenere la mia visione; che è cosmica, direi. Infatti, forse che noi non siamo “pellegrini dell’Universo”? Questa “semplice” verità che emerge sorprendente e del tutto inaspettata, mostra che tutte le malattie hanno la stessa origine e possono essere prevenute, incluso il cancro. L’invecchiamento è “semplicemente” un programma neuro-ormonale nella ghiandola pineale. Una vita spesa nel laboratorio di ricerca e poi nel trattamento di pazienti sofferenti di ogni genere di malattie, porta la testimonianza ad una soluzione logica di un problema apparentemente complesso.»

Pin It on Pinterest

Share This